Orecchini “Calabrisella” e “Tamburello” realizzati in ceramica secondo la tecnica del 3°fuoco durante la quale è stato applicato a pennello metallo oro, lustro blu e arancione.
I pendenti sono assemblati con perle di fiume, agata e perno in argento bagnato in oro.

“La Calabrisella” è il costume tipico indossato dalle donne Calabresi e anticamente costituiva un capitale di famiglia.

Era opera di esperti maestri artigiani e potevano permetterselo soltanto categorie di persone danarose.
Acquistarlo equivaleva ad un investimento e madri e figlie se lo tramandavano di generazione in generazione.

Il costume era destinato in prevalenza alle donne sposate. La pettinatura o il velo portati in determinati modi, i bracciali, gli anelli e i nastri indicavano lo stato civile di chi se ne adornava.

Le origini del “Tamburello” sono antichissime ed è presente in varie culture musicali del mediterraneo e non solo.

In Calabria viene utilizzato per accompagnare altri strumenti come la Zampogna e l’ Organetto.

I componenti che lo costituiscono sono: un cerchio in legno, generalmente in Faggio, con sopra applicata una membrana in pelle di capra o capretto, nel cerchio vengono ricavate delle asole dove vengono applicate dei piattini metallici chiamati “sonagli” o “cianciane”.

La tecnica con cui viene interpretato il ritmo varia marcatamente tra le diverse aree geografiche.